Giornata mondiale dell’ambiente

Giu 6, 2018

Il 5 giugno del 1972 venne fondato il programma dell’ONU per l’ambiente, da allora ogni anno si celebra il World Environment Day.

L’obiettivo di questa ricorrenza è quello di incentivare ogni cittadino a prendersi cura della Terra. Non si tratta solo di proteggere una parte di questo delicatissimo sistema, ma ogni sua sfaccettatura: biodiversità, acqua, terreno, risorse naturali. Ognuno di questi aspetti è in crisi, proprio a causa delle azioni dell’uomo che hanno sempre più intralciato il funzionamento di Madre Natura.

giornata ambiente

Ogni anno questa giornata è caratterizzata da un tema differente che lega tra di loro le varie iniziative mondiali per l’ambiente. Il tema di quest’anno è “Lotta alla plastica monouso”, proprio a causa della presenza nei mari e negli oceani di quantità spropositate di plastica.

Questo problema è assolutamente attuale, ma ci sono moltissime altre criticità ambientali irrisolte, come ad esempio la tutela della risorsa idrica. L’acqua necessita da parte di ogni cittadino un uso consapevole e razionale, sia nell’uso domestico che industriale e agricolo.

In alcuni casi, per aiutare l’ambiente basta fare un passo indietro, ad esempio per la questione della plastica basta ritornare ad usare buste di stoffa riciclabili, oppure vendere frutta e verdura -o comunque i cibi in generale- sfusi, come si faceva una volta.

giornata ambiente

In questo caso è richiesta solo un po’ di coscienza da parte del consumatore, ma non sempre il singolo cittadino da solo può fare la differenza. L’uomo non ha sempre dimostrato di essere in grado da solo di riuscire ad utilizzare le risorse ambientali con rispetto e consapevolezza, ma alcuni uomini hanno cercato di porre una soluzione ai problemi creati al nostro ambiente. Entrano così in gioco le tecnologie di nuova generazione. Un esempio? Revotree!

Le aziende agricole, o il singolo agricoltore, per svariati motivi, hanno difficoltà a capire quanta acqua necessita effettivamente il terreno. Spesso sbagliano il momento opportuno per annaffiare il terreno e ciò porta ad uno spreco inutile di acqua. Con il sistema Revotree è possibile capire esattamente quando il terreno necessita di essere annaffiato o meno, il tutto controllato da telefono.

giornata ambiente

Senza questo sistema, ogni agricoltore continuerebbe con i vecchi trucchi del mestiere: raccogliere un pugno di terra e controllare se è umido o meno. Ad occhio nudo, però, non sono sempre visibili le reali necessità del campo, ma con Revotree ora lo è.

È importante che ognuno di noi capisca che anche il singolo può fare la differenza, perché la Terra ha bisogno di ognuno di noi. Basta rimandare il problema, dire “da domani mi impegno”, c’è bisogno ora, da subito di cambiamento. L’importante è iniziare, ogni giorno, passo dopo passo, con una sfida diversa ma ognuna con lo stesso obiettivo: salvare l’ambiente.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo agli amici:
placeholder
Redazione / Marianna
Studentessa motivata dall’amore per l'ambiente. I cambiamenti climatici sono sempre stati un argomento di mio interesse e il mio obiettivo è quello di rendermi utile al fine di contrastarli.

Come controlli le tue piante?

Potrebbero interessarti...

rt_social_cover_news
Con Revotree l’irrigazione diventa intelligente
rt_social_cover_news_lastampa
Revotree, l’agricoltura “intelligente”
hillsview
Agenda 2030, che cos’è?