gfdtjsythshhfhfghgf

Alti consumi

Attualmente il consumo mon­diale idrico am­monta a circa 4 mila mi­liardi di m3 e il 70% di questo è im­piegato in agri­coltura.

Tavola disegno 10 copia 18
Crescita della popolazione

Considerando il tasso di cre­scita della po­po­la­zione stimato dalla FAO, i numeri ri­portati sopra sono de­stinati ad au­mentare ra­pi­da­mente ed espo­nen­zial­mente. È quindi di pri­maria im­por­tanza in­di­vi­duare già da ora forme più ef­fi­cienti di pro­du­zione ali­mentare a consumi ri­dotti.

agro waste
Consumi agricoli

Un’azienda agricola consuma me­dia­mente 833mdi acqua per ettaro ogni anno ir­ri­gando frutteti e col­ti­va­zioni pe­renni. Nella maggior parte dei casi la ge­stione dei profili idrici viene af­fidata alla mera espe­rienza e alle va­lu­ta­zioni em­pi­riche del capo azienda.

Questo com­por­ta­mento può fa­cil­mente portare a squi­libri in di­fetto o ec­cesso sulle reali ne­cessità idriche delle pian­ta­gioni e quindi ad uno spreco di acqua, pro­dotto e denaro.

Tavola disegno 10 copia 20
Costi correlati

Questa però è solo la punta dell’iceberg, perché i costi che gravano sugli ope­ratori del settore ri­guardano anche il tempo im­piegato e le ri­sorse umane e im­ma­te­riali ne­ces­sarie alle ope­ra­zioni di ir­ri­ga­zione.

High consumption

Currently, the world water con­sumption amounts to ap­pro­xi­mately 4 thou­sands bil­lions m3 and 70% of this is used in agri­culture.

Tavola disegno 10 copia 18
Growing population

Considering the growth rate of the po­pu­lation esti­mated by the FAO, these numbers are ex­pected to in­crease ra­pidly and ex­po­nen­tially. It is the­refore of utmost im­por­tance to identify the most ef­fi­cient mo­da­lities for a low-con­sumption pro­duction of food

agro waste
Agricultural consumption

A farm con­sumes an average of 833 m3 of water per hectare every year by ir­ri­gating or­chards and pe­rennial crops.

In most cases the ma­na­gement of water pro­files is up to just the mere ex­pe­rience and em­pi­rical eva­lua­tions of the head of the company.

This causes often an ex­cessive eva­luation of the water needs of the plan­ta­tions and the­refore it re­sults in a waste of water, product and money.

Tavola disegno 10 copia 20
Costi correlati

However, this is only the tip of the iceberg. In fact, the costs that burden on the ope­rators of the agri­cul­tural sector concern also the time spent on the fields and the human and im­ma­terial re­sources that are ne­cessary for ir­ri­gation ope­ra­tions.

FAO2050

Sfide pre­senti e future

L'informazione fa la differenza

In un’epoca nella quale l’agricoltura so­ste­nibile e la nu­tri­zione si trovano di fronte a sfide nuove ed ec­ce­zionali, servono so­lu­zioni al­tret­tanto nuove ed ec­ce­zionali”. - Coordinatori del pro­getto Global Open Data for Agricolture and Nutrition (GODAN)

Tempo di lettura: 7 minuti

La FAO nel 2012 ha svolto una ri­cerca da cui emergono alcuni dati in­quie­tanti circa le pre­vi­sioni per il nostro pianeta entro l’anno 2050. Si al­lerta so­prat­tutto circa l’au­mento della po­po­la­zione, l’au­mento delle pro­du­zioni ne­ces­sarie per sod­di­sfare tutti i bi­sogni e lo sfrut­ta­mento delle ri­sorse; im­por­tante è anche l’aspetto legato ai cam­bia­menti cli­matici. In analisi le azioni, le con­se­guenze e pos­si­bilità dell’intero pianeta, con­si­de­rando quindi sia le zone del mondo più fragili eco­no­mi­ca­mente sia quelle più agiate.

 

Riassumendo e ri­por­tando poche righe della parte che più ci in­te­ressa del con­tenuto dell’executive summary pos­siamo dire che: “entro il 2050 la po­po­la­zione mon­diale rag­giungerà i 9,1 mi­liardi, il 34 per cento in più ri­spetto ad oggi.[...] Per nu­trire questa po­po­la­zione più grande, più urbana e più ricca, la pro­du­zione ali­mentare (al netto del cibo uti­lizzato per i bio­car­bu­ranti) deve au­mentare del 70 per cento”.

 

« l'aumento di in­ve­sti­menti per l’agricoltura  ri­chiesto sarà di circa il 50 per­cento »


Questo rap­porto so­stiene che il ne­ces­sario au­mento della pro­du­zione ali­mentare può essere rag­giunto se vengono in­tra­presi gli in­ve­sti­menti ne­cessari e vengono in­tra­prese po­li­tiche che fa­vo­ri­scano la pro­du­zione agricola. Secondo le pre­vi­sioni l'
au­mento di in­ve­sti­menti per l’agricoltura  ri­chiesto sarà di circa il 50 per­cento; il report con­tinua sot­to­li­neando che gli “in­ve­sti­menti nella R & S in agri­coltura con­ti­nuino ad essere gli in­ve­sti­menti più pro­duttivi, con tassi di ren­di­mento com­presi tra il 30 e il 75 per cento”.

 

Non passa inos­servato il rap­porto tra agri­coltura, cam­bia­menti cli­matici e ri­sorse idriche, in­fatti si legge :” L'agricoltura dovrà adat­tarsi ai cam­bia­menti cli­matici, ma può anche aiutare a mi­tigare gli ef­fetti dei cam­bia­menti cli­matici e ci sono utili si­nergie tra adat­ta­mento e mi­ti­ga­zione”.

 

Fondamentale quindi evi­den­ziare come l’agricoltura abbia un ruolo de­ter­mi­nante; se­condo le pre­vi­sioni FAO quest’ultima sarà co­stretta a con­ten­dersi terra e acqua con i cre­scenti in­se­dia­menti urbani, ad adat­tarsi e a con­tri­buire alla mi­ti­ga­zione dei cam­bia­menti cli­matici, aiu­tando così anche a pre­servare gli ha­bitat na­turali e a man­tenere la bio­di­versità. Questa am­bi­va­lenza, si precisa, sarà pos­sibile con l’aiuto di “nuove tec­no­logie per pro­durre di più da meno terra, con meno mani.”.

 

« Sono ne­ces­sarie im­por­tanti ri­forme e in­ve­sti­menti in tutte le re­gioni per far fronte alla cre­scente scarsità e al de­grado di terra, acqua e bio­di­versità »


Nel rap­porto ci si chiede se ci sarà ab­ba­stanza terra, acqua e bio­di­versità per sod­di­sfare tutte le ri­chieste. E a ri­guardo si in­di­vi­duano tra i rischi più evi­denti: l’uso esteso di ma­terie prime agricole per i bio­car­bu­ranti e il de­grado am­bientale in corso.

 

Secondo il Millennium Ecosystem Assessment, in 15 eco­si­stemi su 24, i servizi esa­minati sono già de­gradati o uti­lizzati in modo in­so­ste­nibile. Tanto che si legge: “A meno che gli in­ve­sti­menti in ma­nu­ten­zione e ria­bi­li­ta­zione non siano in­ten­si­ficati e le pra­tiche di uti­lizzo del suolo rese più so­ste­nibili, il po­ten­ziale pro­duttivo della terra, l'acqua e le ri­sorse ge­ne­tiche possono con­ti­nuare a di­mi­nuire a ritmi al­lar­manti”.

 

Innegabile quindi il fatto che “Il futuro dell'agricoltura e la ca­pacità del si­stema ali­mentare mon­diale di ga­rantire la si­cu­rezza ali­mentare per la cre­scente po­po­la­zione mon­diale è stret­ta­mente legata alla mi­gliore ge­stione delle ri­sorse na­turali”.

 

Le con­clu­sioni del rap­porto sono chiare: “Sono ne­ces­sarie im­por­tanti ri­forme e in­ve­sti­menti in tutte le re­gioni per far fronte alla cre­scente scarsità e al de­grado di terra, acqua e bio­di­versità e alle ul­te­riori pres­sioni de­ri­vanti dall'aumento redditi, dai cam­bia­menti cli­matici e dalle ri­chieste di energia. È ne­ces­sario sta­bilire i giusti in­centivi, sfruttare i servizi am­bientali dell'agricoltura per pro­teggere i bacini idro­grafici e la bio­di­versità e as­si­curare la pro­du­zione di cibo usando tec­no­logie so­ste­nibili. [...] L'obiettivo do­vrebbe essere quello di fermare lo sfrut­ta­mento ec­cessivo, il de­grado e l'inquinamento, pro­muovere gua­dagni di ef­fi­cienza e am­pliare le ca­pacità ge­nerali a se­conda dei casi”.

 

« aiutare tutti gli ope­ratori ad ac­cedere ad in­for­ma­zioni, mercati e tec­no­logia, sarà es­sen­ziale per con­tra­stare le sfide im­mi­nenti. »


Considerando quindi i dati FAO ri­sulta evi­dente che il futuro della si­cu­rezza ali­mentare mon­diale sia a ri­schio a causa di mol­te­plici sfide e che
so­stenere gli agri­coltori, le piccole e medie im­prese agricole o quelle più grandi, aiu­tando tutti gli ope­ratori ad ac­cedere ad in­for­ma­zioni, mercati e tec­no­logia, sarà es­sen­ziale per con­tra­stare le sfide im­mi­nenti.

 

Più di re­cente, nel 2017, la FAO ha pub­blicato un altro rap­porto: The Future of Food and Agriculture: Trends and Challenges (Il futuro dell'alimentazione e dell'agricoltura: ten­denze e sfide, n.d.t); il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva, nella sua in­tro­du­zione al do­cu­mento av­verte: "Quasi metà delle fo­reste che un tempo ri­co­privano la Terra sono ormai scom­parse.  Le falde ac­quifere si stanno esau­rendo. La bio­di­versità è stata pro­fon­da­mente erosa", di con­se­guenza, "le ca­pacità del pianeta po­trebbero essere su­perate se con­ti­nuano le ten­denze at­tuali".

 

Il rap­porto te­nendo conto del cam­bia­mento in atto nelle diete, che com­porta un au­mento della ri­chiesta di pro­du­zione agricola, e delle pos­si­bilità li­mitate di espan­sione dell’impiego agricolo di terreni e di ri­sorse idriche in­di­vidua come so­lu­zioni prin­cipali: il mi­glio­ra­mento della pro­dut­tività e una mag­giore ef­fi­cienza nell'uso delle ri­sorse, dando un taglio netto agli sprechi. Infatti si legge: "Saranno ne­ces­sarie im­por­tanti tra­sfor­ma­zioni nei si­stemi agricoli, nelle eco­nomie rurali e nella ge­stione delle ri­sorse na­turali, se vo­gliamo far fronte alle mol­te­plici sfide da­vanti a noi e rea­lizzare il pieno po­ten­ziale dell'alimentazione e dell'agricoltura e ga­rantire un futuro sicuro e sano per tutte le persone e per l'intero pianeta".

 

Quello che si sta cer­cando sono dunque “modi mi­gliori per far fronte a pro­blemi come la scarsità d'acqua e il cam­bia­mento cli­matico” e sono quindi ne­cessari “mag­giori in­ve­sti­menti nei si­stemi agricoli e agroa­li­mentari, ma anche nella ri­cerca e nello svi­luppo, per pro­muovere l'innovazione e so­stenere gli au­menti di pro­du­zione so­ste­nibili”.

 

Riportiamo di se­guito alcune delle 10 sfide messe in evi­denza dal rap­porto:

 

  • Migliorare in modo so­ste­nibile la pro­dut­tività agricola per sod­di­sfare l’accresciuta do­manda.
  • Garantire una base so­ste­nibile delle ri­sorse na­turali.
  • Far fronte al cam­bia­mento cli­matico e all'intensificazione delle ca­lamità na­turali.
  • Migliorare le op­por­tunità di reddito nelle zone rurali e af­frontare le cause all'origine della mi­gra­zione.
  • Prevenire le emer­genti mi­nacce tran­sfron­ta­liere per l’agricoltura e per i si­stemi ali­mentari.

 

Tornando al rap­porto FAO 2050 e re­stando fo­ca­lizzati sul tema ‘acqua’ pos­siamo con­fermare che sia una ri­sorsa so­vra­sfruttata, in­quinata, ma so­prat­tutto sprecata. Senza una decisa in­ver­sione di ten­denza nel "2050 circa il 60% della po­po­la­zione globale po­trebbe vivere in con­di­zioni di stress idrico”, ma Olcay Unver, vice di­rettore della di­vi­sione di Land and Water della Fao, so­stiene, in un’intervista di Gennaio 2017 ri­portata sul sito FAO, che ab­biamo buone pro­ba­bilità di riu­scire nell’impresa e che “che l'uomo im­parerà ad usare la ri­sorsa idrica in modo più ef­fi­ciente”.

 

« tec­no­logie in­no­vative, che hanno lo scopo di aiutare gli agri­coltori ad ot­tenere il massimo ri­torno eco­nomico nel ri­spetto dei vincoli am­bientali »


Siamo già sulla retta via grazie all’
agri­coltura di pre­ci­sione, cioè la tec­no­logia ap­plicata all’agricoltura, che, ad oggi, è lo stru­mento più ef­ficace ed ef­fi­ciente per rag­giungere i nuovi obiettivi di ot­ti­miz­za­zione delle ri­sorse, fon­da­mentale per in­cre­mentare red­di­tività e so­ste­ni­bilità, per ri­durre l’impatto am­bientale e per mi­gliorare gli aspetti so­ciali dell’agricoltura. Per chi non ne sa­pesse molto in breve si può dire che si tratta di un’insieme di tec­no­logie in­no­vative, che hanno lo scopo di aiutare gli agri­coltori ad ot­tenere il massimo ri­torno eco­nomico nel ri­spetto dei vincoli am­bientali.  Ormai ri­sulta im­pel­lente la ne­cessità di mettere in campo stra­tegie ef­ficaci e vin­centi per su­perare le sfide mo­derne e la tec­no­logia offre so­lu­zioni molto valide, so­prat­tutto la parte che si basa sulla nuova ri­vo­lu­zione degli open data per un’agricoltura in­no­vativa, perchè sup­porta e fa­vo­risce le de­ci­sioni degli ope­ratori del settore agricolo, for­nen­dogli dati ag­giornati e precisi.

 

Ricordiamoci che il 70% delle ri­sorse idriche al mondo è sfruttato dal settore agricolo e sa­rebbe un errore pensare alla ca­renza d’acqua e allo stress idrico come pro­blemi solo dei Paesi più poveri dove mancano in­fra­strutture e fi­nan­zia­menti mirati. Infatti, per quanto l’irrigazione dei campi sia un pre­sup­posto ir­ri­nun­ciabile per ga­rantire la si­cu­rezza ali­mentare a una po­po­la­zione mon­diale in con­tinua cre­scita, esi­stono, anche in Europa, molti pro­grammi di si­cu­rezza idrica, i quali pre­vedono una ri­du­zione della quota di acqua de­stinata al settore agricolo.

 

Abbiamo capito quindi che si deve puntare su un uti­lizzo più ef­fi­ciente dell’acqua in agri­coltura per con­tra­stare le sfide pre­senti e future. Bisogna fa­vorire la so­ste­ni­bilità dell’impiego di ri­sorse idriche nelle col­ti­va­zioni e nelle aree urbane, e so­prat­tutto ri­durre l’impatto dell’agricoltura sull’acqua; a sot­to­li­nearlo anche il Food Sustainability Index, studio di Fondazione BCFN ed Economist Intelligence Unit, su nu­tri­zione, agri­coltura so­ste­nibile e spreco ali­mentare, fatto per mettere in luce best practice e aspetti su cui in­ter­venire in re­la­zione ai pa­ra­dossi del cibo e ai prin­cipali Sustainable Development Goals.

 

Per con­cludere ri­cor­diamo le parole di Benedito Braga, Presidente del Consiglio Mondiale dell’Acqua, du­rante il VII Forum mon­diale dell’acqua a Daegu e Gyeongbuk (Corea del Sud): “L’essenza della sfida è quella di adottare pro­grammi che coin­volgano in­ve­sti­menti su ren­di­menti a lungo termine, come ad esempio il ri­pri­stino delle in­fra­strutture. L’agricoltura deve se­guire la strada della so­ste­ni­bilità”.

Approfondisci

Revotree Agronomic Intelligence

Remote sensing a 360°, una piat­ta­forma di ana­lytics e in­sight agro­nomici utili all'agricoltore,  app per con­trollo remoto e in­tel­li­genza ar­ti­fi­ciale per l'automazione dei pro­cessi de­ci­sionali in agri­coltura.

revotree scalability
Sistema IoT

Scalabile

Dispositivi au­tonomi ener­ge­ti­ca­mente, sem­plici da in­stallare e usare per un mo­ni­to­raggio diffuso.

revotree multiplatform
App multipiattaforma

Moderna

Piattaforma mo­derna e re­sponsive per ogni di­spo­sitivo. Offre con­trollo da remoto e con­sigli agro­nomici real time.

agronomic intelligence
Sistema

Intelligente

L'AI elabora e predice il com­por­ta­mento del terreno of­frendo in­sight sempre più precisi.

revo_systema
  • 1
    Raccolta dati

    I sensori di­stri­buiti op­por­tu­na­mente rac­colgono i dati ine­renti allo stato del terreno

    • Umidità del terreno a due pro­fondità
    • Capacità idrica del terreno
    • Sensori am­bientali
    • Previsioni me­teo­ro­lo­giche lo­ca­lizzate
  • 2
    Controllo remoto

    L'operatore è in grado di con­sultare co­mo­da­mente at­tra­verso l'app mul­ti­piat­ta­forma lo stato dei propri terreni in­di­vi­duando il mo­mento mi­gliore per in­ter­venire di­ret­ta­mente dall'app.

    Il si­stema è in grado di sug­gerire queste ope­ra­zioni.

  • 3
    AI

    La nostra in­tel­li­genza ar­ti­fi­ciale elabora co­stan­te­mente i dati rac­colti, genera trend e com­prende il reale com­por­ta­mento dei terreni, im­pa­rando esat­ta­mente quando ir­rigare e per quanto tempo al fine di ri­durre costi e sprechi.

    I dati vengono rac­colti in si­cu­rezza nei nostri server e messi a di­spo­si­zione del cliente e delle so­cietà partner. 

  • 4
    Automazione

    Pur man­te­nendo in­tatto l'importante ruolo dell'agricoltore, l'analisi dei dati apre l'agricoltura agli au­to­ma­tismi dell'intelligenza ar­ti­fi­ciale, mi­rando di­ret­ta­mente al massimo ef­fi­cien­ta­mento della ri­sorsa.

1. Raccolta dati

I sensori di­stri­buiti op­por­tu­na­mente rac­colgono i dati ine­renti allo stato del terreno

  • Umidità del terreno a due pro­fondità
  • Capacità idrica del terreno
  • Sensori am­bientali
  • Previsioni me­teo­ro­lo­giche lo­ca­lizzate

2. Controllo remoto

L'operatore è in grado di con­sultare co­mo­da­mente at­tra­verso l'app mul­ti­piat­ta­forma lo stato dei propri terreni in­di­vi­duando il mo­mento mi­gliore per in­ter­venire di­ret­ta­mente dall'app.

Il si­stema è in grado di sug­gerire queste ope­ra­zioni.

3. Intelligenza Artificiale

La nostra in­tel­li­genza ar­ti­fi­ciale elabora co­stan­te­mente i dati rac­colti, genera trend e com­prende il reale com­por­ta­mento dei terreni, im­pa­rando esat­ta­mente quando ir­rigare e per quanto tempo al fine di ri­durre costi e sprechi.

I dati vengono rac­colti in si­cu­rezza nei nostri server e messi a di­spo­si­zione del cliente e delle so­cietà partner. 

4. Automazione

Pur man­te­nendo in­tatto l'importante ruolo dell'agricoltore, l'analisi dei dati apre l'agricoltura agli au­to­ma­tismi dell'intelligenza ar­ti­fi­ciale, mi­rando di­ret­ta­mente al massimo ef­fi­cien­ta­mento della ri­sorsa.

Approccio a 360°

Sviluppiamo l'hardware e il software della so­lu­zione per con­trollare i costi e ga­rantire una so­lu­zione per­fet­ta­mente in­te­grata ed in con­tinua evo­lu­zione.

invest_product_modal

Dispositivi efficienti

Studiati per durare fino a 5 anni, sono au­tonomi ener­ge­ti­ca­mente, geo­lo­ca­lizzati, dal costo con­tenuto e in grado di co­mu­nicare in con­ti­nuità.

RevoSense.106.SMALL
revotree_webapp_mobile

Controllo in comodità

App mul­ti­piat­ta­forma stu­diata anche per un'utenza meno esperta

revo_platform

Per il benessere della pianta

Evita alle tue piante stress inutile grazie alle fun­zioni avanzate del nostro si­stema

revotree_monitoring

Monitoraggio remoto

Da qual­siasi parte del mondo mo­nitora e agisci sugli im­pianti

smart

Predizione

Comprende il com­por­ta­mento dei terreni in re­la­zione a clima e eventi idrici

automate

Automazione

Dopo l'apprendimento, regola l'irrigazione sui bi­sogni reali delle piante

Per il benessere dell'operatore

Costi di ge­stione in­fe­riori, co­no­scenza su­pe­riore. Tutto sotto con­trollo.

save money

Meno spese

Risparmia acqua e fer­ti­liz­zanti

save time

Meno stress

Tempi ri­dotti per le ope­ra­zioni

agronomic insights

Insight agronomici

Consigli real time basati sulle reali ne­cessità delle colture

Per l'agricoltore moderno

#mo­dern­farmer

Revotree Agronomic Intelligence

360° remote sensing, an ana­lytics and in­sights platform for both farmers and agro­no­mists, an app for remote control and Artificial Intelligence to un­der­stand fields and au­tomate pro­cesses.

revotree scalability
IoT System

Scalable

Self-po­wered de­vices, easy to in­stall and use for wi­de­spread mo­ni­toring.

revotree multiplatform
Multiplatform app

Modern

Modern and re­sponsive platform for every device. It offers remote control and real-time agro­nomic advice.

agronomic intelligence
Prediction

AI

AI ela­bo­rates and pre­dicts the be­havior of the terrain by of­fering in­crea­singly precise in­sights.

revo_systema
  • 1
    Data collection

    The net of sensors col­lects data re­lating to the state of the terrain

    • Soil moi­sture at two depths
    • Water ca­pacity of the land
    • Environmental data
    • Localized weather fo­re­casts
  • 2
    Remote control

    The ope­rator can con­ve­niently consult the status of his land th­rough the mul­ti­platform app iden­ti­fying the best time to in­tervene di­rectly.

    The system sug­gests these ope­ra­tions.

  • 3
    AI

    Our ar­ti­ficial in­tel­li­gence con­stantly pro­cesses the col­lected data, ge­ne­rates trends and un­der­stands the real be­havior of the land, learning exactly when to ir­rigate and for how long to reduce costs and waste.

    The data is col­lected se­curely on our servers and made avai­lable to the client and partner com­panies.

  • 4
    Automation

    While keeping the im­portant role of the farmer intact, the ana­lysis of the data opens up the agri­culture to the au­to­ma­tisms of the ar­ti­ficial in­tel­li­gence, aiming di­rectly at the ma­ximum ef­fi­ciency of the re­source.

1. Data collection

The net of sensors col­lects data re­lating to the state of the terrain

  • Soil moi­sture at two depths
  • Water ca­pacity of the land
  • Environmental data
  • Localized weather fo­re­casts

2. Remote control

The ope­rator can con­ve­niently consult the status of his land th­rough the mul­ti­platform app iden­ti­fying the best time to in­tervene di­rectly.

The system sug­gests these ope­ra­tions.

3. Artificial Intelligence

Our ar­ti­ficial in­tel­li­gence con­stantly pro­cesses the col­lected data, ge­ne­rates trends and un­der­stands the real be­havior of the land, learning exactly when to ir­rigate and for how long to reduce costs and waste.

The data is col­lected se­curely on our servers and made avai­lable to the client and partner com­panies.

4. Automation

While keeping the im­portant role of the farmer intact, the ana­lysis of the data opens up the agri­culture to the au­to­ma­tisms of the ar­ti­ficial in­tel­li­gence, aiming di­rectly at the ma­ximum ef­fi­ciency of the re­source.

360° approach

We de­velop the hardware and software of the so­lution to control costs and ensure a per­fectly in­te­grated and con­stantly evolving so­lution.

invest_product_modal

Efficient devices

Designed to last up to 5 years, they are self-po­wered, geo­lo­cated, cost-ef­fective and able to com­mu­nicate con­ti­nuously.

RevoSense.106.SMALL
revotree_webapp_mobile

Comfortable monitoring

Multi-platform app de­signed for less ex­pe­rienced users

revo_platform

For the well-being of the plant

Avoid un­ne­cessary stress to your plants thanks to the ad­vanced fea­tures of our system

revotree_monitoring

Remote monitoring

From any­where in the world, mo­nitor and take action on the plants

smart

Prediction

Understands the be­havior of land in re­lation to climate and water events

automate

Automation

After learning, re­gu­lates ir­ri­gation on the real needs of plants

For the well-being of the farmer

Lower ope­rating costs, higher kno­w­ledge. Everything under control.

save money

Lower expenses

Save water and fer­ti­lizers

save time

Less stress

Shorter time for ope­ra­tions

agronomic insights

Agronomic Insigths

Real time advice based on real crop needs

For modern farmers

#smart­farmer

In sintesi

Oggi una so­lu­zione c’è grazie al si­stema ideato, pro­gettato e rea­lizzato dal team di Revotree: una startup che ha unito com­pe­tenze di in­for­matica, elet­tronica, co­mu­ni­ca­zione e design, per ar­rivare a un pro­dotto ef­ficace e com­pe­titivo, pronto per le sfide am­bientali pre­senti e future.

revotree future farmer

Per l'agricoltore del futuro

Per il team di Revotree l’agricoltore del futuro è smart, a suo agio con la tec­no­logia, as­si­stito dalle mac­chine e libero di go­dersi la vita, ri­spet­tando l’ambiente e con­tri­buendo in primis alla ri­du­zione dello spreco di ri­sorse idriche, in linea con gli obiettivi di svi­luppo so­ste­nibile (SDGs). Ciò è pos­sibile grazie all’utilizzo di un si­stema di mo­ni­to­raggio dei pa­ra­metri vitali del proprio campo che porta ad ot­tenere non solo una mag­giore ef­fi­cienza, ma anche un con­trollo ef­fettivo; è così pos­sibile agire at­ti­va­mente sia nello svi­luppo della pianta, al fine di ot­tenere un pro­dotto mi­gliore, sia nella vita di chi adotta il nostro si­stema, for­nen­dogli van­taggi a 360°.

Tavola disegno 10 copia 21

Tecnologia resa semplice

Revotree ri­vo­lu­ziona le tec­niche d’irrigazione grazie a:

  1. Una rete di sensori sem­plice da in­stallare e dal costo con­tenuto, adat­tabile a piccole e grandi su­perfici, che for­nisce un’elevata quantità di in­for­ma­zioni.
  2. Una piat­ta­forma di analisi e pre­di­zione dati, che in­te­grando le in­for­ma­zioni dai sensori e le pre­vi­sioni meteo, au­menta l’efficienza del si­stema di ir­ri­ga­zione, clas­sifica i terreni, profila le col­ti­va­zioni, elabora le ten­denze idriche.
  3. Un’app grazie alla quale è pos­sibile avere sempre il frutteto in tasca; l’interfaccia user friendly e gli standard mo­derni e mul­ti­piat­ta­forma per­mettono di mo­ni­torare il proprio campo con fa­cilità, di ge­stirne l’irrigazione da remoto e di ri­cevere un sup­porto con­creto di agro­nomia di­gitale

Revotree, in sintesi, è un si­stema de­ci­sionale elet­tronico dotato di un’intelligenza ar­ti­fi­ciale pro­gettata per la ge­stione ot­ti­mizzata e l'attuazione dell’irrigazione nei frutteti e non solo. Economico e facile da in­stallare, si in­tegra agli im­pianti già pre­senti e offre ef­fi­cienza nei consumi idrici, mag­giore pro­dut­tività e au­to­ma­zione.

In short

Today there is a so­lution to agri­culture chal­lenges thanks to the system con­ceived, de­signed and created by the Revotree team. Revotree is a startup that has com­bined com­puter science, elec­tronics, com­mu­ni­cation and design skills, to produce an ef­fective and com­pe­titive product, ready to face the en­vi­ron­mental chal­lenges of the present and the future.

revotree future farmer

For future farmers

For the Revotree team the farmer of the future(and present) is smart, at ease with tech­nology, as­sisted by ma­chines and free to enjoy life, re­specting the en­vi­ronment and con­tri­buting per­so­nally to reduce waste of water re­sources, in line with the su­stai­nable de­ve­lo­pment goals (SDGs).

This is pos­sible thanks to the use of a system to mo­nitors the vital pa­ra­meters of the field, which leads not only to greater ef­fi­ciency, but also to an ef­fective control; in this way it is pos­sible for us to ac­tively con­tribute to the growth of the plant, in order to obtain a better product, and also to have an impact on the life of those who opt for our system, pro­viding them with all-round ad­van­tages.

Tavola disegno 10 copia 21

Technology made simple

Revotree re­vo­lu­tio­nizes ir­ri­gation tech­niques thanks to:

  1. A network of sensors that can be easily and in­de­pen­dently in­stalled. It is low-cost, adap­table to small and large sur­faces, and pro­vides a high amount of in­for­mation.
  2. A data ana­lysis and pre­diction platform that ga­thers in­for­mation from sensors and in­te­grates them with weather fo­re­casts, and thus in­creases ir­ri­gation sy­stems ef­fi­ciency, classify soils, profile crops and process water trends.
  3. An app that allows farmers to have always their or­chard in their pockets; the user friendly in­terface and the modern and mul­ti­platform stan­dards allow them to mo­nitor the field in an easy way, to manage remote ir­ri­gation and to re­ceive a con­crete support from di­gital agronomy.

Revotree, in short, is an elec­tronic de­cision-making system equipped with ar­ti­ficial in­tel­li­gence, which is de­signed for op­ti­mizing the ma­na­gement and au­to­ma­ti­zation of ir­ri­gation in the or­chards and not only. Inexpensive and easy to be in­stalled, it col­la­bo­rates with exi­sting sy­stems and offers greater ef­fi­ciency in water con­sumption, an in­creased pro­duc­tivity and au­to­ma­ti­zation.

Approccio completo

  • sen­so­ri­stica IoT svi­luppata ad hoc
  • piat­ta­forma stu­diata per l'agricoltore e l'agronomo
  • analisi dei dati con in­tel­li­genza ar­ti­fi­ciale e pre­di­zione  
save money

Risparmio

Gli ele­menti del si­stema in­sieme, per­met­tendo di uti­lizzare solo le quantità d'acqua real­mente ne­ces­sarie per le col­ti­va­zioni, pro­mettono di ri­durre fino al 50% il consumo delle ri­sorse idriche, ri­spar­miando anche sui costi legati al fun­zio­na­mento dell’impianto di ir­ri­ga­zione in termini di consumo di energia, tempo e car­bu­rante

Tavola disegno 10 copia 23

Sicurezza

I metodi tra­di­zionali di pro­gram­ma­zione dell'irrigazione espongono gli agri­coltori a rischi comuni, come, ad esempio, l’in­sta­bilità me­te­reo­logica. Questo li co­stringe a ga­rantire co­stan­te­mente una pre­senza in loco, su campi spesso di­slocati in aree dif­fe­renti, af­finché siano mo­ni­torati ma­nual­mente e per con­trollare di persona i tempi di ir­ri­ga­zione.

Sbagliare tut­tavia è umano, e non sempre basta l'esperienza per fare pre­vi­sioni ef­ficaci e so­prat­tutto co­no­scere lo stato reale di umidità, so­prat­tutto a li­vello delle radici. Ciò può far perdere molto denaro e molte ri­sorse idriche.

Tavola disegno 10 copia 22

Insights

Sfruttando l’in­tel­li­genza ar­ti­fi­ciale è pos­sibile fare pre­di­zione su vaste aree agricole e rac­co­gliere dati, spe­cial­mente sul lungo pe­riodo, utili alle future analisi di mercato legate all’utilizzo delle ri­sorse idriche, ai cam­bia­menti cli­matici e alla pro­dut­tività.

Revotree quindi è utile a:

  • grandi com­pagnie, come aziende o coo­pe­rative agricole, che hanno in­te­resse nel ri­durre la quantità di ri­sorse uti­lizzate, umane e na­turali, ot­ti­miz­zando i consumi.
  • piccole com­pagnie, rap­pre­sentate anche da singoli agri­coltori che de­si­derano ri­spar­miare tempo, pro­teggere i rac­colti e con­trollare da remoto i propri ter­ritori.
  • agronomi che vo­gliono usare l’innovazione e co­no­scere i be­nefici dell’agricoltura di pre­ci­sione, mi­rando a una pro­du­zione di alta qualità che com­porti una ri­du­zione degli sforzi la­vo­rativi su­perflui.

A full approach

  • IoT probes de­ve­loped ad hoc
  • a platform easy-for-farmers and deep-for-agro­no­mists
  • AI ana­lytics and pre­diction  
save money

Savings

The system, al­lowing to use only the quan­tities of water really ne­cessary for crops, promise to reduce water con­sumption by up to 50%, also saving on costs re­lated to the ope­ration of the ir­ri­gation system in terms of con­sumption of energy, time and fuel.

Tavola disegno 10 copia 23

Safety

Traditional ir­ri­gation planning me­thods expose farmers to common risks, such as weather in­sta­bility. This forces them to con­stantly gua­rantee an on-site pre­sence, on fields often lo­cated in dif­ferent areas, so that they can be mo­ni­tored ma­nually and to check ir­ri­gation times in person.

However, wrong is human, and ex­pe­rience is not always enough to make ef­fective pre­dic­tions and above all to know the real moi­sture state, espe­cially at the root level. This can cause a lot of money and lots of water re­sources to be lost.

Tavola disegno 10 copia 22

Insights

By ex­ploiting ar­ti­ficial in­tel­li­gence it is pos­sible to predict large agri­cul­tural areas and collect data, espe­cially in the long term, useful for future market ana­lyzes re­lated to the use of water re­sources, climate change and pro­duc­tivity.

Revotree suits for:

  • large com­panies, such as farms or agri­cul­tural coo­pe­ra­tives, which are in­te­rested in re­ducing the amount of re­sources used, both human and na­tural, op­ti­mizing con­sumption.
  • small com­panies, also re­pre­sented by in­di­vidual farmers who want to save time, protect crops and control their ter­ri­tories re­motely.
  • agro­no­mists who want to use in­no­vation and know the be­nefits of pre­cision farming, aiming for high quality pro­duction that leads to a re­duction in un­ne­cessary work ef­forts.
FORGOT PASSWORD ?
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.