Agenda 2030, che cos’è?

Ott 26, 2018

L’Agenda 2030 è l’ultimo e rinnovato impegno preso dagli Stati appartenenti alle Nazioni Unite in nome della pace, della cooperazione internazionale e della sicurezza.

L’Agenda 2030 è l’ultimo e rinnovato impegno preso dagli Stati appartenenti alle Nazioni Unite in nome della pace, della cooperazione internazionale e della sicurezza.

In essa sono contenuti i Sustainable Development Goals (SDGs), 17 obiettivi sostenibili lanciati nel 2015 con validità universale – ciò significa che tutti i Paesi, in base alle proprie capacità, devono contribuire alla loro realizzazione – da raggiungere per mezzo di 169 sotto-obiettivi misurabili entro il 2030.

In cosa consistono?

In sostanza per mezzo di essi si intende porre fine alla povertà, lottare contro l’ineguaglianza, promuovere lo sviluppo economico e l’inclusione sociale e affrontare i problemi legati ai cambiamenti climatici, il tutto con una particolare attenzione per la sostenibilità e nel rispetto della capacità ambientale.

Il nostro Pianeta infatti sempre più ardentemente necessita di politiche e azioni forti, sensibilmente attente e sostenibili, per contrastare le gravi problematiche ambientali causate dall’impatto dell’uomo e dallo sfruttamento delle risorse da parte di esso.

il nostro Pianeta è entrato in una nuova epoca geologica definita “Antropocene” per gli evidenti effetti riconducibili all’intervento umano

L’ennesimo grido di allarme è arrivato al 35° Congresso Geologico Internazionale, tenutosi a settembre del 2016 a Città del Capo, dove è stata avanzata la teoria secondo cui il nostro Pianeta è entrato in una nuova epoca geologica definita “Antropocene” per gli evidenti effetti riconducibili all’intervento umano nelle stratificazioni geologiche più profonde.

L’uomo è infatti considerato da buona parte della comunità scientifica come la prima causa di gravi fenomeni come il cambiamento climatico, l’acidificazione degli oceani, la riduzione della fascia di ozono in atmosfera, la perdita di biodiversità, la diffusione di aerosol atmosferici, l’inquinamento e la carenza di risorse idriche.

Allo stesso tempo però, l’unico essere vivente in grado di invertire o quanto meno frenare tali tendenze con azioni concrete è l’uomo. Come? Sviluppando e promuovendo nuove tecnologie! Pur essendo il principale strumento di trasformazione della natura, i dispositivi IoT se progettati e usati con criterio e per più appropriati scopi possono avere un ruolo fondamentale nel processo di concreta risposta ai bisogni.

In questo contesto si inserisce Revotree, una piattaforma per il monitoraggio e l’irrigazione di vigne, frutteti ed uliveti a distanza, in grado di automatizzare l’apporto di risorse ai terreni, tracciare la qualità del prodotto per sostenere le decisioni e far risparmiare agli agricoltori acqua, sostanze, tempo e denaro.

 

 

Revotree è un sistema hardware e software di monitoraggio, predizione e analytics composto da una piattaforma e tre dispositivi: una sonda per il terreno costituita da più sensori, una stazione meteorologica e delle valvole wireless.

Attualmente la startup ha avviato una campagna di crowdfunding per poter aumentare la propria produzione ed entrare nel sempre più rilevante mercato dello “smart water management” che secondo le previsioni raggiungerà entro il 2021 un valore di mercato globale di $ 20,1 miliardi.

Tale tecnologia, visto il considerevole risparmio delle risorse idriche che comporta, è perfettamente in linea con l’Agenda 2030 e può rivelarsi determinante per il raggiungimento dell’obiettivo 6 “Acqua pulita”.

Più in particolare essa può essere valutata come una soluzione applicabile e concreta per il sotto-obiettivo 6.4 il quale intende “Aumentare considerevolmente entro il 2030 l’efficienza nell’utilizzo dell’acqua in ogni settore e garantire approvvigionamenti e forniture sostenibili di acqua potabile, per affrontare la carenza idrica e ridurre in modo sostanzioso il numero di persone che ne subisce le conseguenze”.

In un mondo in cui l’agricoltura utilizza oltre il 70% delle risorse idriche globali, in cui la passione per la campagna, la terra e i suoi frutti sta acquisendo nuovamente il suo antico fascino e le smart technologies aprono nuovi orizzonti di profitto, una soluzione di questo tipo può davvero essere un game changer, e tu con lui!

Consulta anche gli altri punti dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, promuoviamo insieme una coscienza comune di rispetto per il pianeta.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo agli amici:
placeholder
Redazione /
Diffondiamo la nostra mission raccontando di agricoltura, ambiente, tecnologia. La nostra passione arriva dalla terra e si coniuga all'ingegno.

Come controlli le tue piante?

Potrebbero interessarti...

rt_social_cover_news
Con Revotree l’irrigazione diventa intelligente
rt_social_cover_news_lastampa
Revotree, l’agricoltura “intelligente”
hillsview
Agenda 2030, che cos’è?