Revotree

La desertificazione. L’irrigazione. L’innovazione.

Pensando al fenomeno della desertificazione, si tende generalmente ad associarlo alle grandi aree del mondo caratterizzate da climi estremi, come Sahara, Gobi o Atacama.
Si tratta invece di un problema comune nell’Europa mediterranea, inclusa l’Italia, dove ogni anno vengono persi ettari di terreno verdi e che potrebbero essere coltivati.
Le aree più colpite nel nostro paese sono il sud e le isole. Proprio la Sardegna ospita uno dei centri di ricerca di eccellenza mondiale sul tema, il Nucleo di Ricerca sulla Desertificazione (NDR) dell’Università di Sassari, che realizza studi e progetti per arginare l’inaridimento dei terreni.

Fermare la desertificazione è possibile con l’adozione di politiche ambientali adeguate, ma anche con l’applicazione di nuove tecnologie.

Una delle soluzioni proposte dagli studiosi, che ha riscosso un notevole successo in Ghana, Burkina Faso e Tunisia, è quella di piantare arbusti di Jathropa Curcas. Si tratta di una pianta molto resistente al caldo, originaria del Centro America, che produce semi non commestibili ma dai quali si può ottenere piuttosto facilmente biocombustibile.

L’IRRIGAZIONE

Uno dei fattori che provoca il maggiore rischio di desertificazione in Italia è l’uso irrazionale delle risorse idriche.
Il nostro paese, secondo le ricerche dell’Ispra, è il primo in Europa per uso dell’acqua, con 245 litri pro-capite contro la media di 185 litri dei paesi del Nord.
Molta di questa acqua viene sprecata a causa del malfunzionamento degli acquedotti, come reso evidente da casi di cronaca recenti.
Secondo uno studio del Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti Climatici (CMCC) entro fine secolo in Italia la media delle temperature potrebbe innalzarsi tra i 3°C e i 6°C,mettendo a rischio desertificazione un quinto (il 21%) del territorio nazionale.

Lo sviluppo di nuove tecnologie nella storia dell’agricoltura è stato decisivo per il progresso dell’umanità.

Gli effetti del riscaldamento climatico non sono visibili solo nell’inaridimento del terreno, ma anche nell’accentuarsi di fenomeni che, uniti al dissesto idrogeologico del nostro territorio, provocano danni e tragedie.

L’INNOVAZIONE

Fermare la desertificazione è possibile con l’adozione di politiche ambientali adeguate, ma anche con l’applicazione di nuove tecnologie. Sfruttare le risorse idriche senza sprechi, in maniera razionale e coerente con i bisogni del terreno diventa sempre più importante

Un esempio perfetto è la tecnica dell’irrigazione a goccia, perfezionata a fine anni ‘50 in Israele da Simcha Blass, che permette di strappare terra al deserto, rendendo fertile con semplici gocce d’acqua aree prive di grandi riserve idriche e caratterizzate da una temperatura alta. L’uniformità di distribuzione dell’acqua è un fattore fondamentale per evitare sprechi.

Agricoltura di precisione

Lo sviluppo di nuove tecnologie nella storia dell’agricoltura è stato decisivo per il progresso dell’umanità.
Nuove idee hanno permesso di aumentare la produttività necessitando di meno manodopera e garantendo un maggiore quantitativo di cibo per una maggiore fetta della popolazione.
La creazione e selezione di piante più resistenti ai fattori atmosferici, alle malattie, ai climi estremi ha permesso il raggiungimento di un’agricoltura più razionale.

La strada per arginare il problema della desertificazione e restituire fertilità ad aree che fino a non molto tempo fa erano verdeggianti passa per l’innovazione nel campo dell’agricoltura.

Temi | ,

LA TECNOLOGIA
DELL'AGRICOLTORE DEL FUTURO

revosense_close
The Basilist

The Basilist

Cresce nella campagna della Brianza e vive in quella dello Yorkshire, dove scrive amenità sulle vicende britanniche e lavora a tempo perso. Collabora con Il Foglio e con Adventerra, che realizza giochi educativi sull'ambiente.

La coltura della settimana: il kiwi

L’albero del kiwi – che si chiama tecnicamente actinidia –  è originario della vallata dello Yang-Tze in Cina, dove vive ancora allo stato spontaneo. L’introduzione in Europa risale al 1845, quando l’esploratore della Royal Society of Horticulture Robert Fortune la importò di ritornò da un viaggio in Cina. Questa pianta venne introdotta in Nuova Zelanda…

La coltura della settimana: l’albicocco

L’albicocco appartiene alla famiglia delle Rosacee, di cui fanno parte anche il ciliegio, il pesco e il prugno.  La sua origine è incerta, essendo contesa da tre grandi aree: centro asiatica, cinese e caucasica. Secondo l’opinione prevalente l’albicocco proviene dalla Cina. La sua presunta origine dall’Armenia ( da cui ha preso il nome, Prunus Armeniaca)…

La desertificazione. L’irrigazione. L’innovazione.

Pensando al fenomeno della desertificazione, si tende generalmente ad associarlo alle grandi aree del mondo caratterizzate da climi estremi, come Sahara, Gobi o Atacama. Si tratta invece di un problema comune nell’Europa mediterranea, inclusa l’Italia, dove ogni anno vengono persi ettari di terreno verdi e che potrebbero essere coltivati. Le aree più colpite nel nostro…

La coltura della settimana: il pesco

Fiori rosa, fiori di pesco Cantato e citato da autori di ogni epoca, il frutto del Pesco era considerato sacro dagli Egizi e in Oriente addirittura frutto dell’immortalità. Questi attributi, di chiara origine mitologica, sono in realtà fondati sui benefici reali che può generare sull’organismo. Infatti la pesca è ricca di vitamine, tutte fondamentali per…

Le 7 abitudini domestiche che consumano più acqua

Laghi vuoti, fiumi snelliti e scorte idriche vicine allo zero. Queste sono le parole che si leggono continuamente sulle pagine dei giornali in questi giorni di caldo. Sono già alcuni anni che a causa del cambiamento climatico globale le ondate di caldo o di maltempo cosiddette “straordinarie” hanno assunto invece un carattere di ordinarietà, a…

Revoteam: Cosimo Calciano, il CEO

Ciao sono Cosimo Calciano, fondatore e CEO di Revotree e vorrei raccontarvi la storia di com’è nata! Prima di spiegarvi cosa mi ha spinto a creare un sistema di gestione automatizzata dell’irrigazione, vorrei parlarvi un po’ di me: sono cresciuto tra gli affaccendati scaffali di un supermercato e i dolci alberi di un frutteto in…

Siccità: la tecnologia salverà l’agricoltura!

La canicola estiva è finalmente arrivata e, a seguire il trend degli ultimi anni, la bella stagione si ripresenta sempre più calda. Non solo dunque bel tempo e meritate vacanze quindi, ma anche numerosi disagi. Sono infatti giorni critici per la nostra penisola: da una parte gli incendi bruciano in gran parte delle nostre regioni…

Coltura della settimana: l’arancio

L’arancio è una pianta tropicale con antiche origini nel Sud-Est Asiatico,  importata in Europa da navigatori portoghesi ebbe subito grande successo, fino a diventare ai giorni nostri il frutto più consumato e famoso del globo. La produzione mondiale si è più che raddoppiata negli ultimi 40 anni, con l’enorme incremento produttivo del Brasile, attualmente leader…

Irrigazione sostenibile: risparmiare sui costi e potenziare le risorse

Il tema della siccità che affligge tutta la penisola porta a ragionare su concetti come la green economy e l’agricoltura sostenibile. Questi si basano su un corretto e ponderato sfruttamento delle materie e, di conseguenza, rappresentano in primis un risparmio per il produttore. L’applicazione di un corretto processo d’irrigazione porta ad una vera riduzione dello…

Conosci il team di RevoTree

Arrivati a stazione Termini con la vita in una valigia, i 4 ragazzi laureati al Politecnico di Milano hanno cominciato un nuovo capitolo della loro avventura nel più grande acceleratore di start-up d’Europa: Luiss EnLabs. Lo step successivo sta soltanto a tre piani di distanza, nell’open space di Viale Marsala, dove si riuniscono i giovani…

Lascia un commento





Tweet
Condividi
Condividi
+1
Website Security Test